17/05/13

Il mio metodo di lavoro per gestire task e progetti

 
come gestire task e progetti

Spesso capitano discussioni su quale sia il miglior metodo per gestire il proprio lavoro, sia come freelance, come dipendente oppure per progetti personali. Ci sono tanti metodi famosi o non, ma io credo che ognuno debba fare un pò di prove per trovare il miglior metodo di lavoro.
Oggi vi voglio illustrare il mio metodo di lavoro, sia chiaro nulla di scientifico o di ricercato ma solo come gestisco i miei task e i miei progetti, magari dal quale potreste prendere qualche spunto.

Parto con il dirvi che io lavoro come freelance, quindi nella mia routine ci sono alcune cose come: social, ricerca lavoro, ricerca strumenti, aggiornamenti, ecc che ho messo obbligatorie ogni giorno, dedico un oretta o due a questi task giornalieri, ma non vanno ad incidere sul mio metodo di lavoro, ma solo sulla routine quotidiana.

Step 1: Progetto e creazione task.
Partiamo dall'inizio, nuovo Progetto un progetto grande o piccolo che sia ha i suoi punti quindi vado a dividere il tutto in dei grandi task. I punti principali di un progetto possono essere tanti in un sito potrebbero essere: Header, Footer, Navbar, Sidebar. Per una macchina potrebbero essere: Telaio, Motore, Elettronica, ecc ... giusto per farvi capire che è possibile applicare il metodo di lavoro a qualsiasi progetto. Per fare un esempio concreto al quale applicare il metodo ipotizziamo di dover realizzare una piccola UI, giusto uno screen. Avremo quindi:


Step2: Creazione Sub-Task.
Una volta che abbiamo delineato i nostri task principali possiamo andare a creare dei sotto task, in questo modo avremo una visione più dettagliata di quello che possiamo fare, il livello di dettaglio può variare in base alla complessità del progetto o semplicemente alla nostra comodità.
nota: Potrebbero anche non esserci sotto task.
Ed ecco i sotto tastk per la nostra ui.



Step3: Gestione Task e Sub-Task.
Ora abbiamo davanti a noi il nostro bel progetto con task e sotto task come ci comportiamo? Facile! Scegliamo quali sotto task (o task) vogliamo fare in quella giornata, naturalmente considerando che alcuni vanno fatti prima di altri ed anche le scadenze. Tenete conto anche delle tempo che impiegate nei singoli task, per aiutarvi in questo utilizzate un time tracker così nel tempo imparerete a gestire le vostre ore lavorative. Una volta deciso quali task fare in giornata si comincia a lavorare e si passa al task successivo solo dopo aver finito il precedente, se un task rimane aperto sarà il primo del giorno dopo se invece non è stato neanche cominciato allora torna nel calderone (ma molto probabilmente verrà fatto il giorno dopo almeno che non cambino le priorità).

Tempi:
In genere faccio 50min di lavoro e 10min di pausa, di solito caffè...tanto caffè...troppo caffè...In questo modo faccio step di 1ora quindi cerco di inserire i task anche in base al tempo che gli dedico.

Note:
Tutto quello che abbiamo visto può essere applicato a vari progetti e di giorno in giorno ci troveremo davanti a più task di progetti diversi, quindi con la stessa modalità che utilizziamo per scegliere i task di un progetto possiamo sceglierne da più progetti.

Programmi:
Ultimamente ho provato molti software per la gestione dei progetti e alla fine quelli che si avvicinano di più a questo metodo sono Wunderlist e Asana, purtroppo non permettono di scegliere il subtask ma tutto il task, quindi io riodino i sub task in base alle esigenze.

Questo è il mio metodo di lavoro, supermegascientifico...voi avete il vostro? avete provato qualche tecnica, tipo quella del pomodoro? Suggerimenti o punti poco chiari?

 
© 2012. Design by Main-Blogger - Blogger Template and Blogging Stuff